Archivio mensile Marzo 2020

Di

Raccolta fondi Coronavirus

Il Partito Democratico di Sesto Fiorentino ha deciso di far partire una raccolta fondi per dare un contributo a tutti coloro che si stanno impegnando nelle tante associazioni di volontariato del nostro territorio.

In questo momento di difficile emergenza in cui si trova il Paese, vogliamo ribadire il nostro ringraziamento a tutti coloro che regalano un po’ del loro tempo a chi ne ha davvero bisogno e con questa iniziativa di raccolta fondi proviamo anche a dare loro un aiuto concreto.

Le donazioni potranno essere fatte tramite conto corrente bancario all’IBAN: IT02 R010 3038 1000 0000 3054 139 intestato a Partito Democratico Sesto Fiorentino con la causale “raccolta fondi auser coronavirus”. Al termine della raccolta, prevista per il 30 aprile,  tutte le donazioni ricevute verranno destinate all’AUSER di Sesto Fiorentino, associazione che svolge la funzione di coordinare le attività delle varie associazioni sestesi per l’emergenza Coronavirus.

Di

Sospensione temporanea delle attività pubbliche del PD di Sesto Fiorentino

In considerazione della grave situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo e in ottemperanza alle ulteriori disposizioni governative, comunicate poche ore fa dal Presidente Conte, comunichiamo la sospensione temporanea di tutte le attività pubbliche del PD di Sesto Fiorentino. Il Partito continuerà comunque a lavorare, anche attraverso la presenza sui social.

Le misure radicali di chiusura di tutte le attività commerciali – tranne quelli alimentari, le farmacie e le parafarmacie – rappresentano un’operazione radicale mai vista prima nel nostro Paese per limitare la diffusione del coronavirus e che necessita della partecipazione attiva di tutti noi. Ognuno deve infatti fare la sua parte con senso di responsabilità e con spirito di sacrificio per almeno le prossime due settimane quando si potranno apprezzare i risultati di queste misure. Con l’unità di tutti e rispettando le regole con serietà e disciplina, a cominciare da quella di STARE IN CASA, ce la faremo a superare questa difficile prova e potremo riprendere la nostra vita. Da questa esperienza dovremo però trarre insegnamento per il futuro, a cominciare dall’importanza di avere un efficace servizio sanitario nazionale.

Di

GIOVANI DEMOCRATICI: eletto il nuovo Segretario

Si è svolto giorno 27 febbraio 2020 il Congresso dei Giovani Democratici di Sesto Fiorentino in cui è stato eletto il nuovo Segretario, Alberto Presti di anni 23, nato a Palermo e residente a Sesto Fiorentino per motivi di studio presso la Scuola di Scienze Politiche dell’Università di Firenze. Alberto Presti è stato eletto all’unanimità sulla base di un documento politico di cui forniamo alcuni spunti e che mette in evidenza alcune problematiche del mondo giovanile a Sesto Fiorentino.

“Sesto Fiorentino sta vivendo un periodo in cui i giovani si estraniano dalla città, sempre più anziani sembrano popolarla e pochi giovani frequentano la vita cittadina. Al momento, Sesto rappresenta un “dormitorio” piuttosto che una città viva ed eclettica. È chiaro che servano luoghi di ritrovo, eventi che permettano alla cittadinanza sestese più giovane di poter interagire con la città, soprattutto in orario serale”.

“Punto fondamentale è cercare innanzitutto di puntare sulla mobilità degli studenti del Polo Scientifico che attualmente è totalmente isolato dal resto della città. Inoltre, gli studenti che attualmente sono ospiti della residenza universitaria di Sesto, non hanno la possibilità di potersi svagare in città e sono costretti a muoversi, con difficoltà evidenti, necessariamente verso Firenze. Sono molti, invece, gli studenti che pur studiando al Polo Scientifico prediligono affittare una stanza o un appartamento a Firenze, piuttosto che a Sesto Fiorentino, poiché sembra una scelta migliore spendere qualcosa in più, ma avere una città viva e vivibile, anziché spendere meno e ritrovarsi completamente isolati dalla vita attiva e da una città che non offre alcuno svago. Crediamo quindi che Sesto debba investire sulla mobilità sostenibile attraverso sia l’uso di bike sharing, per permettere di muoversi all’interno della città, che l’aumento e il miglioramento dei servizi di car sharing per permettere, soprattutto a chi non è automunito, di spostarsi in orari serali (e non solo), da e per Sesto. E’ infine necessario trasformare Sesto Fiorentino in una città attrattiva, non solo per gli studenti universitari, ma anche per gli imprenditori affinché investano in città e portino sia lavoro che crescita economica, in un periodo in cui il centro cittadino sta vivendo un preoccupante spopolamento di negozi e di attività”.